Il Mondo di Blu

bosco-220

Il Bosco FuoriCittà è un posto incantato, famoso per avere mille abeti sempre verdi e un’unica quercia, enorme e antichissima.

Proprio qui dentro, nella grande quercia al centro del paese, tra pareti di legno profumato vive

BLU, il piccolo falco pellegrino che, tre anni e mezzo fa, decise di sbucare fuori dall’uovo durante una notte di pieno inverno. Lì ad attenderlo c’erano la Mamma Dottoressa e il Papà Postino. Entrambi felici e commossi cinguettarono: “Benvenuto, Blu!”

Preso dall’entusiasmo, il falchetto si mise in posizione di volo, ma era ancora troppo piccolo, così la mamma lo accarezzò e gli disse dolcemente: “Oh, tesoro mio, non ancora. Una cosa per volta, aspetta”. Il padre, alzandolo in alto, esultò: “E bravo cucciolo che già vuole volare!” e così dicendo gli fece fare un volo accompagnato, stretto tra le sue ali. Poi lo poggiò nel nido delicatamente… ma non appena Blu toccò il tessuto si rialzò, tentando di nuovo di prendere il volo. A quel punto i genitori si guardarono e all’unisono commentarono: “Oh Blu!”

avatar-blu-s

Ora il piccolo Blu ha quattro anni, é un bel po’ cresciuto ma il suo sogno riguarda ancora il volo: da grande entrerà nel fantomatico 14° Stormo dei Volatili. Vuole essere un aviatore e sfrecciare nei cieli, guidato dal Capitano Aquila Reale, in compagnia di falchi, civette, barbagianni e poiane. Per questo motivo dalla sua finestra segue con attenzione le loro esercitazioni, godendo di una prospettiva invidiabile dal momento che la quercia domina l’intero Bosco. Di giorno, ama andare in giro con i suoi due amici per la pelle: Dadà e Spillow.

avatar-dada150DADA’ è una cinghialotta, graziosa e intelligente con la passione per la fotografia. Va sempre in giro con la sua macchinetta rosa shocking perché le piace fermare istantanee. Soprattutto perché la aiuta a pensare, soprattutto quando qualcosa non la convince. 

SPILLOW, invece, è un riccio molto pacifico e pauroso che ama mangiare i frutti di bosco. Nato in Gran Bretagna si è trasferito da poco a Bosco FuoriCittà, con tutta la famiglia. Ha solo due anni e mezzo ed è molto felice di trascorrere le sue giornate in compagnia di Dadà e Blu.

avatar-spillow

I tre cuccioli stanno sempre insieme e si divertono a scoprire il mondo. Non importa se stanno a casa o all’aperto, ogni occasione è buona per giocare e suonare. Eh già, perché Spillow va sempre in giro con i suoi bonghi preferiti, quelli che gli ha costruito il Papà Falegname, che possono essere usati anche come cuscino o come sedia, ma che più spesso Spillow ama suonare, intonando canzoncine con gli amici. La Mamma di Spillow è una cantante, sarà per questo che lui adora la musica?

Dadà, invece, ama fotografare. Cocco, il suo fratellone, per il compleanno le ha regalato una macchinetta tutta rosa! Dadà la porta sempre con sé e la indossa come una borsa monospalla. La usa per immortalare non solo quello che le piace, come le torte che cucina la sua Mamma Chef o i fiori che Papà Idraulico porta ogni sera per le donne di casa, ma anche per studiare con attenzione gli oggetti che ancora non conosce. Quando scatta il clic, Dadà, infatti, riesce a pensare meglio e ad avere così più tempo per porsi delle domande e riflettere. Spillow ha anche creato una canzone apposta per lei che si intitola “STOP STOP CLICK” (con accento inglese, perché Spillow è british).

canzone

Il sindaco del Bosco Fuoricittà è Mamma Orsa, signora buona, ma autoritaria che è abituata a

prendere decisioni velocemente. Si dice che sia nata sindaco dal momento che nessuno si ricorda chi ci sia stato prima di lei. Ha la voce bassa e quando si arrabbia l’intero bosco trema e romba come un tuono. Che paura!! Un tempo, dicono gli anziani, succedeva spesso, ora invece di rado perché Mamma Orsa ha imparato a contare fino a dieci… si vocifera che sia merito di Lupo.

Lupo il poliziotto, coetaneo di Mamma Orsa, è un amante dei viaggi. Il più leggendario è stato quello in Tibet, da cui è tornato dieci anni fa, vegetariano. Grande amico di Mamma Orsa, condivide con lei la passione per il rockabilly. Quando ricorre la festa di MezzaEstate, il numero più atteso è proprio il loro: spiazzano la concorrenza con strabilianti performances artistiche, arricchite da giacche con le frange e chili di gel. Sono una coppia più unica che rara, anche fuori dalla pista da ballo. Grazie al loro incredibile gioco di squadra, Bosco FuoriCittà, infatti, ogni anno si aggiudica l’ambito premio “Qui si vive benissimo”. Certo, vincere il prestigioso riconoscimento “Qui nessun problema, grazie” sarebbe meglio, ma finché non avranno risolto il loro problema sarà molto difficile. Quale problema? Fare la spesa!

L’unico negozio di alimentari di Bosco FuoriCittá è gestito da Ronf, saggio e simpatico ghiro, che ha sempre tanto sonno e che cade addormentato ovunque e in ogni momento della giornata. Anche se sta alla cassa, anche se il cliente sta pagando o gli sta parlando, non riesce proprio a rimanere sveglio. Lui dorme. Complicato così fare la spesa, eh? Chiunque in città ha quindi sviluppato la propria tecnica di acquisto. La bravura sta nel riuscire a prendere e pagare prima che il ghiro si addormenti. Al momento quella più riuscita è stata inventata dai nostri tre amici, che sanno sfruttare al meglio il gioco di squadra.